[logo] Movimento Costozero
ti trovi in: [H] Home Page > [3] Proposte > Tutela della SALUTE


Tutela della SALUTE


[immagine] Antenna

I campi elettromagnetici possono essere costituiti da:

onde non ionizzanti:

onde ionizzanti:

Le onde ionizzanti sono cancerogene in quanto capaci di modificare la struttura molecolare e di romperne i legami atomici. Sulle onde non ionizzanti, invece, sono tuttora in corso numerosi studi tesi a verificare gli effetti sull'uomo: la domanda che una crescente parte della popolazione si sta ponendo riguarda la possibilità che le onde non ionizzanti (prodotte da numerose fonti artificiali che circondano l'uomo) possano incidere negativamente sulla salute, causando una serie di patologie.

Il tema dell'elettrosmog richiede una corretta informazione: esistono studi epidemiologici la cui estrema coerenza avvalora fortemente l'ipotesi che i campi ELF (elettrodotti) superiori a 0,4 µT aumentino la probabilità di contrarre tumori; relativamente ai campi RF - RF/MW (stazioni radio), invece, l'evidenza epidemiologica non permette attualmente di trarre conclusioni sull'esistenza o sull'assenza di possibili effetti indotti da esposizioni croniche ad essi.

La legge 22 febbraio 2001, n. 36 indica tre obiettivi:
1. assicurare la tutela della salute dei lavoratori, delle lavoratrici e della popolazione dagli effetti dell'esposizione a determinati livelli di campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici ai sensi e nel rispetto dell'articolo 32 della Costituzione;
2. promuovere la ricerca scientifica per la valutazione degli effetti a lungo termine ed attivare misure di cautela da adottare in applicazione del principio di precauzione di cui all'articolo 174, paragrafo 2, del trattato istitutivo dell'Unione Europea;
3. assicurare la tutela dell'ambiente e del paesaggio e promuovere l'innovazione tecnologica e le azioni di risanamento volte a minimizzare l'intensità e gli effetti dei campi elettrici, magnetici ed eletromagnetici secondo le migliori tecnologie disponibili.

I decreti attuativi della suddetta legge-quadro prevedono, per i campi ELF, un valore di attenzione di 10 µT e un obiettivo di qualità di 3 µT (nuovi elettrodotti); per i campi RF - RF/MW, un valore di attenzione di 6 V/m.



| Valid XHTML 1.0 | Valid CSS | Nota sul copyright | Per informazioni: info@costozero.org |